fbpx
Seleziona una pagina

SERVIZIO CIVILE: COME SCEGLIERE?  ECCOTI 7 UTILI CONSIGLI PER SCEGLIERE IL PROGETTO in ITALIA.

Quando un nuovo bando di Servizio Civile viene pubblicato, normalmente, resta aperto almeno un mese. In quei giorni puoi scegliere il progetto. Ti consiglio di “giocarteli bene” perché una buona scelta può fare la differenza. Sono anni che le candidature per il Servizio Civile sono il doppio o il triplo dei posti disponibili. 

Per cui,

la carta migliore che puoi giocarti per aumentare decisamente le possibilità di selezione, è la scelta del progetto più adatto a te.

Per farlo ti ho preparato 7 consigli basati su anni e anni di esperienza. Se vuoi aumentare le tue possibilità di essere selezionato in un progetto di servizio civile, leggili con calma.

Per essere selezionati, infatti, non basta risultare idonei al colloquio di selezione. A volte, se ci sono molti candidati, non basta neppure ottenere un buon punteggio nel colloquio. Devi cercare di arrivare tra i primi in graduatoria. Se un progetto ha due posti e arrivano 10 domande, arrivare terzo è già un gran successo. Purtroppo, però, verrebbero selezionati solo i primi 2. L’ultimo consiglio che ti darò riguarda proprio questo aspetto importantissimo. Ora hai capito perché devi sfruttare al meglio il mese di apertura del bando? Allora possiamo passare ai consigli.

 

Ma dove trovo i progetti?

In prossimità della pubblicazione del bando, potresti vedere notizie sui siti di centinaia di enti in Italia. Ogni ente, infatti, è tenuto a pubblicare i propri progetti. Passare in rassegna direttamente i siti dei diversi enti può far diventare matti, soprattutto nel bando ordinario in cui ci sono centinaia di progetti. È un po’ come navigare a vista, senza una bussola. Rischi di perderti e perdere delle opportunità.

Potresti trovare decine di progetti sui siti dei diversi “enti titolari di progetto”. Paradossalmente, però, potresti non venire a sapere di un progetto proprio sul tema che ti interessava di più, o proprio dietro casa tua. Magari era il progetto di un piccolo ente che non riesce a fare molta promozione, ha poca visibilità on line e magari… aveva ricevuto pure poche domande! Per questo, ecco

il mio primo consiglio per scegliere bene il tuo progetto di Servizio Civile Nazionale:

devi avere una visione più ampia possibile dei progetti disponibili.

Carino il consiglio, ma…. Praticamente?? Come si fa?

Ok. Vai prima di tutto sul sito serviziocivile.gov.it, non appena viene pubblicato il bando. In quel momento, la notizia del nuovo bando sarà in home page. Non fare l’errore di iniziare ad aprire tutti i bandi che trovi allegati, suddivisi per regioni. Ti complicheresti solo la vita e ci capiresti ben poco. Lì non ci sono tutti i progetti. Mancano quelli degli enti di livello nazionale, che sono circa la metà ed hanno comunque posti in tutte le regioni. È un discorso un po’ tecnico e a te interessa solo come vedere tutti i progetti che potrebbero interessarti. Bene, il modo migliore è usare la maschera di ricerca cliccando su “SCEGLI IL TUO PROGETTO IN ITALIA”. Lo trovi all’interno della pagina in cui è pubblicato il bando su www.serviziocivile.gov.it

Inserisci i filtri che ritieni migliori per “delimitare” la tua zona o il tuo ambito di interesse. Soprattutto le prime volte, ti consiglio di restare abbastanza “largo”. Cerca in più settori, specie se affini. In certe zone potrebbero esserci pochi progetti, ad esempio, nel Patrimonio Artistico e Culturale. Potresti trovarne, però, molti nell’Educazione e Promozione Culturale, dove ci sono progetti molto simili e viceversa. Oppure estendi la ricerca anche alla “Provincia”. Magari nel tuo Comune non c’è un progetto o non ne trovi uno interessante. E se fosse in un comune vicino? A proposito, piccola dritta: considera che nei piccoli centri spesso arrivano molte meno candidature…

N.B.: Se stai valutando un progetto all’estero, avrai visto anche la maschera “SCEGLI IL TUO PROGETTO ALL’ESTERO”. Per l’estero, la ricerca funziona per paese di destinazione. Scegliere bene un progetto di Servizio Civile all’Estero è ancora più complicato. Ci sono diversi altri consigli da seguire… Non ti preoccupare! Li trovi tutti nella mia guida sul servizio civile all’estero.  

Torniamo ai progetti in Italia. Una volta applicati i filtri e cliccato su CERCA ti comparirà un elenco. Per ogni riga c’è un progetto. Sono indicati il titolo, l’ambito, il nome dell’ente e, soprattutto, il link al sito in cui l’ente dovrebbe aver pubblicato il suo o i suoi progetti. Ora hai un’idea complessiva di tutti i progetti nella tua zona e/o nell’ambito di tuo interesse. Puoi cliccare sui siti degli enti per cercare i progetti completi.

Ok, ma come faccio a scegliere?

Io ti darò dei consigli anche molto pratici a cui spesso non si pensa. Tu, però, devi promettermi di farti animare prima di tutto da un “principio guida”. Un principio che è anche

il mio secondo consiglio per scegliere un progetto di Servizio Civile Nazionale:

trova un progetto che sia interessante per te. Potrà sembrarti banale, ma non lo è affatto.

Ovviamente, in certe zone non ci saranno tanti progetti. Dovrai “adattarti” un po’ di più. Ma se sceglierai un progetto che non ti interessa per niente, beh, farai fatica.

– Farai fatica a essere selezionato. Considera che il colloquio è obbligatorio. Se ci sono persone più interessate e motivate di te, in selezione se ne accorgono subito.

– Anche superando il colloquio, farai fatica a portare avanti l’esperienza. Si tratta comunque di un impegno lungo. Un progetto che non ti interessa, credimi, è difficile da portare a termine. In più, se inizi il Servizio, anche per un solo giorno, non puoi più rifarlo.

Ok, ma come faccio allora a capire se e quale progetto mi interessa di più?

Ecco qualche “strategia” possibile.

Strategia 1.

Una delle strategie migliori è, ovviamente, leggersi i progetti per intero. Il problema è che sono lunghissimi! Sono stati scritti (circa un anno prima del bando!) per essere valutati dall’Ufficio Nazionale del Servizio Civile. O hai la fortuna di trovare degli enti che pubblicano delle sintesi molto chiare o la strada si fa lunga. Vuoi accorciarla in maniera decisa ma intelligente? Salta direttamente alla voce ” Ruolo e Attività per i volontari” della scheda progetto (di solito è verso la voce 8). Capirai velocemente quali sono le mansioni previste per i giovani in servizio.

Strategia 2.

Un’altra strategia molto utile è quella di cercare qualcuno che ha fatto servizio civile o che conosce l’ente del progetto che ti interessa. Se lo trovi, fagli tutte le domande che puoi per capire di più sull’ente e su come lavora. Se poi trovi qualcuno che ha fatto proprio il progetto che ti interessa, hai fatto bingo: chiedigli degli esempi concreti delle attività del progetto.

Strategia 3.

L’ultima strategia, secondo me, è anche la più importante. Cerca, il prima possibile, un contatto con gli enti dei progetti che ti interessano. Puoi partire da una telefonata. Puoi decidere di passare nella loro sede, se ti sembra il caso. Avrai un’idea molto più concreta di quello che ti aspetta. Soprattutto, il “luogo” di un certo progetto potrebbe non entusiasmarti. Allora, perché non scegliere quell’altro progetto che ti sembrava comunque interessante?

E non avere il timore di prendere contatto con gli enti. Molti di loro, spesso, sono contenti di conoscere i candidati prima delle selezioni. Questo gli permette di farsi un’idea più chiara di chi dovranno selezionare e, soprattutto, delle loro motivazioni.

Bene, direi che siamo pronti per passare ai prossimi consigli, quelli più pratici. Eccoti

 il mio terzo consiglio su come scegliere un progetto di servizio civile nazionale:

scegli in base alla “distribuzione” del monte ore settimanale.

Resto sempre più sorpreso di quanti ancora non ci pensano minimamente! I progetti hanno un impegno medio di 25 ore settimanali. Ma le ore possono essere organizzate in maniera molto diversa nei progetti. Alcuni prevedono fasce orarie particolari, turni giornalieri o impegni nel fine settimana. Sono sempre 30 ore settimanali. Tu, però, potresti avere altri impegni da “incastrare”.

Sapere se potrai continuare quel tirocinio che ti impegna tutti i pomeriggi, potrebbe fare la differenza. In quel caso, meglio sapere se sono previste attività pomeridiane. Soprattutto, meglio non scoprirlo durante il colloquio di selezione! Insomma, prima di inviare la domanda, cerca di capire la possibile “giornata tipo” e “settimana tipo” di quel progetto.

Un altro aspetto molto trascurato, perché difficile da immaginare, riguarda

il mio quarto consiglio su come scegliere un progetto di servizio civile nazionale:

scegli in base alla data di partenza “presunta”.

Quando presenti la domanda, le date di partenza dei progetti non sono ancora stabilite. Normalmente, per il bando ordinario, ci sono degli “scaglioni” di partenza (di solito 4). Facciamo un esempio pratico per capirci. Mettiamo che bando ordinario venga pubblicato a fine maggio. Resta aperto un mese, quindi chiude a fine giugno. Poi ci sono le selezioni, con i colloqui obbligatori. La maggior parte degli scaglioni di partenza si concentrerebbe dopo l’estate. In questo caso, potrebbero esserci avvii a settembre, ottobre, novembre, gennaio. Se un bando, invece, viene pubblicato a settembre, si sposta tutto di 4  mesi più avanti…

I tempi sono di solito questi, ma è il Dipartimento Nazionale del Servizio Civile che decide. Per ogni bando, a un certo punto, il Dipartimento comunica scaglioni di partenza e possibili date di avvio. Un ente che organizza le selezioni subito e invia presto tutta la documentazione a Roma, ha buone probabilità di essere inserito nei primi scaglioni di partenza. Un ente con dei progetti legati alla scuola, per esempio, potrebbe preferire l’avvio a ridosso di settembre. Altri, invece, preferiscono magari gli ultimi scaglioni di partenza e, di conseguenza, programmano le selezioni più tardi.

Tu ricorda di chiedere, agli enti dei progetti che ti interessano, se sanno, più o meno, quando avrebbero intenzione di partire.

Ti dicono che quel progetto, forse, parte con uno degli ultimi scaglioni. Tu volevi iniziare il prima possibile? Beh, meglio optare per un altro, che dici? Io ti ho avvisato! Evita almeno di fare la faccia sbigottita se, durante il colloquio, scopri che il progetto parte fra quattro mesi. E, soprattutto, non te ne uscire con frasi tipo “ma io pensavo che iniziasse subito”. Come selettore, non resterei colpito dalla tua perspicacia! Ehi, a proposto di colloquio … eccoti

il mio quinto consiglio per scegliere bene un progetto di servizio civile:

informati sulle possibili date/periodi dei colloqui.

Ti ho già detto e ridetto che il colloquio è obbligatorio?!? Se non ti presenti al colloquio, sei automaticamente escluso dalla selezione. Le date dei colloqui vengono decise da ogni ente dopo la chiusura del bando, anche in base a quante domande hanno ricevuto. Di solito non c’è modo di saperle prima. Hai prenotato (e magari già pagato) la vacanza all’estero? Ti hanno comunicato la settimana della tua seduta di laurea? In casi simili, contatta gli enti e cerca di capire quante probabilità ci sono che i colloqui vengano fissati proprio in quei periodi. A questo punto fai le tue valutazioni. Se propio non puoi rimandare…non è meglio scegliere un altro progetto?

E veniamo subito al

sesto consiglio: scegli il progetto di servizio civile considerando bene la sede effettiva di svolgimento (se puoi, vai a dare un’occhiata).

Devi anzitutto fare attenzione a non confondere la sede centrale dell’ente con la sede effettiva di svolgimento del progetto. Molti enti hanno tante sedi diverse: devi individuare esattamente quella in cui si svolge il progetto. Io ti consiglio, se riesci, di andare proprio a visitare o dare un’occhiata alle sedi dei progetti che ti interessano di più.

Vedere la sede in cui svolgerai tutto il progetto sicuramente ti aiuterà a prendere una decisione migliore. Se ti sembra opportuno, presentati a qualche referente del Servizio Civile. Diversi enti sono contenti di conoscere i candidati prima del colloquio di selezione. Se, invece, non ti sembra opportuno o è impossibile, ricorri almeno alla telefonata. Cerca, comunque, di avere risposta a tutte le domande seguendo i consigli che ti ho dato fin qui. Ma, soprattutto, cerca di avere più informazioni possibili per seguire

il mio settimo e ultimo consiglio per una buona scelta del progetto di Servizio Civile:

pensa anche al rapporto tra posti disponibili e possibili candidature.

Questo consiglio, se “usato” bene, ti dà forse le maggiori probabilità di essere selezionato. Continuo a vedere progetti con due posti che ricevono 80 domande e progetti con due posti che ne ricevono… Due! Indovina dove è più facile essere selezionato?!

Con questo non voglio dirti di scegliere solo in base alle “probabilità” e alle leggi dei grandi numeri. Anche perché non è così facile trovare progetti che ricevono poche domande. Parti sempre dal primo consiglio che ti ho dato. Il “principio guida”. Magari hai le idee chiarissime. Vuoi candidarti solo ed esclusivamente a un certo  progetto, anche se ci fossero 100 candidati per due posti!Bene. Il mio consiglio è valido soprattutto se sei in dubbio fra due o più progetti che ti sembrano comunque interessanti e adatti a te.

In questo caso, prima di inviare definitivamente la tua domanda,  controlla il numero di domande già pervenute nella sede del progetto che scegli. Dal 2019 è possibile vederlo all’interno dello stesso applicativo per la Domanda On Line (DOL).

Ma, soprattutto, prova a passare dall’ente o almeno a contattarli telefonicamente. Potresti capire o scoprire, anche informalmente, da informazioni dell’ente stesso, che di solito ricevono una “caterva” di domande (anche se ancora non sono state “ufficialmente” inviate). Beh, a quel punto, perché non fare un salto a guardare i progetti di altri enti che ti sembravano altrettanto interessanti? Se ti sembra di capire che loro non hanno questo “problema” di una caterva di candidature… Dove pensi che sarà più probabile essere selezionato? 

A questo punto direi che i sette consigli che ti avevo promesso sono finiti. Se seguirai anche solo alcuni di questi consigli, le tue probabilità di essere selezionato in un progetto di servizio civile nazionale aumenteranno di molto. Ne sono certo. 

Devi affrontare il Colloquio di Servizio Civile? Ho scritto un apposito manuale con tutti i consigli possibili!

Si chiama Superare il Colloquio di Servizio CivileHo deciso di offrirti un 

ESTRATTO GRATUITO!

Inserisci nome e mail per scaricarlo subitocolloquio servizio civile

Iscriviti alla Newsletter...

Ricevi articoli od opportunità su 

Servizio civile, Esperienze internazionali e Buoni consigli su Antropologia e carriera.

In regalo L'ESTRATTO DI PARTI QUANDO VUOI,

il manuale su come partecipare gratis a

Corsi di formazione, Scambi Internazionali e Viaggi Studio 

 

Iscrizione avvenuta correttamente, grazie!

Iscriviti allaNewsletter

...e scarica subito gli estratti di Parti quando vuoi e di Superare il Colloquio di Servizio Civile!

Hai effettuato l'iscrizione! Controlla la mail.